Salta al contenuto

 


 

Ricette

Basta sedersi a tavola dopo aver visitato le Chiese, i Monumenti,  le terrazze panoramiche, gli abitati dove il passato è ancora vivo e palpitante, per capire come la cucina locale abbia un carattere fondamentale in questa Città. Una cucina essenziale che rifugge da sofisticazioni, genuina e semplice, molto equilibrata e di grande stile: la tradizione culinaria di Montefalco è legata alla gastronomia tipica umbra, che utilizza i prodotti genuini della campagna e le carni saporite degli allevamenti locali. La cucina montefalchese è fatta di ingredienti semplici e naturali ed è fortemente legata alle tradizioni e alle ricorrenze del passato.

Ecco alcune delle ricette tipiche della nostra tradizione culinaria:

I Primi piatti

Gli Strangozzi

(dose per quattro persone)

- mezzo chilo di farina, acqua fredda;

sale e olio quanto basta, 1 uovo ( a piacere)

Preparazione: impastare i vari ingredienti fino ad ottenere una massa compatta e stenderla con il mattarello fino a portarla allo spessore di uno spaghetto. Senza lasciare asciugare la sfoglia, procedere al taglio della pasta per ottenere tanti spaghetti quadrati. Cuocere la pasta ottenuta in abbondante acqua salata per pochi minuti.
Condimento: gli strangòzzi si possono condire con il sugo di papera, d'oca o di pomodoro. A piacere si può aggiungere formaggio pecorino.

La polenta dei nonni


Sugo per 4 persone:

- mezza cipolla, sale quanto basta e olio quanto basta per soffriggere,

- 1,5Kg di grasso e magro di maiale tagliato a pezzetti, 1 Kg di pomodori.

Preparare il sugo: soffriggere i vari ingredienti e da ultimo aggiungere il passato di pomosoro; far cuocere a fuoco lento per 30/40 minuti.
Cuocere la polenta: portare l'acqua ad ebollizione e versare gradualmente e a pioggia la farina di granoturco, mescolando ininterrottamente con il mestolo di legno, lasciando bollire a fuoco lento per 30/40 minuti, quindi, aggiustare di sale. La polenta è cotta quando il mestolo si regge verticalmente nella pentola ! Versare la polenta sulla spianatoia di legno, cospargere di sugo ed infine aggiungere abbondante formaggio pecorino grattato. 

La Stracciatella

- brodo di gallina, uova, sale,

- parmigiano e buccia di limone.

Preparazione: sbattere le uova e aggiungere il sale, la buccia di limone grttugiata ed il parmigiano per amalgamare le uova battute. Versare l'impasto ottenuto nel brodo bollente di gallina e togliere la pentola dal fuoco; i soffici grani che si creano dall'impasto hanno un sapore gradevolissimo.

Gnocchi e gnocchi al Sagrantino

- 1 Kg di patate ( per 4 persone );

- farina quanto basta;

- Sagrantino.

Preparazione: lessare le patate nella quantità voluta ( 1kg sono sufficienti per 4 persone ) pelarle e schiacciarle. Impastare le patate con la farina di grano. Dividere l'impasto ottenuto in rotoli di circa 2 centimetri di spessore e tagliarli a tocchetti. Per ottenere gli gnocchi al Sagrantino, aggiungere all'impasto un pò meno della metà di un bicchiere di Sagrantino.
I Secondi piatti

L'arrosto d'oca e di anatra in teglia

- carne d'oca o di anatra;

- strutto di maiale oppure olio di oliva;

- rosmarino, spicchi d'aglio, sale e pepe.

Preparazione: la carne va condita in teglia la sera precedente, cospargendola di strutto di maiale, aggiungendo quanto basta di sale e pepe, infilando rametti di rosmarino e spicchi d'aglio lungo il corpo, le cosce e le ali. Infornare quindi il tutto nel forno ben caldo.

La coratèlla d'agnello

- interiora d'agnello, olio d'oliva, aglio e rosmarino;

- mezzo bicchiere di vino bianco, salvia, sale e pepe, salsa di pomodoro;

- cipolla a piacere;

Prearazione: tagliare a pezzetti molto minuti la cosiddetta "corata" ( fegato, polmoni e budelline d'agnello ), metterla in un tegame di coccio e condire con olio d'oliva, aglio, rosmarino, salvia, sale e pepe. Far bollire per circa due ore aggiungendo del vino bianco e un pò di salsa di pomodoro quasi a fine cottura.
I Contorni

La Panzanella

- insalata, fette di pane raffermo, olio, aceto e sale;

- cipolla a fettine e pomodoro;

- sedano, finocchio e cetrioli a pezzetti.

 

Preparazione: bagnare bene in acqua alcune fette di pane raffermo e condirle con olio, aceto e sale. Preparare a parte l'insalata, aggiungendo cipolla a fettine, pomodoro, sedano, finocchio e cetrioli a pezzetti. Amalgamare bene il composto e adagiarlo sulle fette di pane precedentemente condito.

Frittelle di fiori di zucca

- farina quanto basta, un uovo, acqua, un pizzico di sale, fiori di zucca.

Preparazione: preparare una pastella usando un uovo battuto, farina, acqua ed un pizzico di sale. Lavare ed asciugare bene i fiori di zucca, quidni immergerli nella pastella e successivamente friggerli.
I Dolci

I Maritozzi al mosto

- 2 litri di mosto di uva bianca, farina quanto basta per un impasto morbido;

- mezzo litro d'olio d'oliva, 1 Kg di zucchero, 1 Kg di pasta lievitata;

un cucchiaio di sale, uva sultanina e anici a piacere;

Preparazione: versare in un recipiente tutti gli ingredienti ad eccezione della farina ed intiepidirli a bagno maria. Compattare la farina in un recipiente ed aggiungere gli ingredienti intiepiditi e precedentemente amalgamati. Mettere l’impasto in una contenitore, coprirlo con un tovagliolo da cucina e far lievitare per circa mezz’ora. Dopo mezz’ora, prendere un po’ di pasta alla volta e fare dei rotoli che andranno successivamente tagliati in rombi della lunghezza di circa otto centimetri. Aggiustare la forma con le mani spolverando la base di farina per evitare di farli attaccare. Adagiare i maritozzi su di una tovaglia e coprirli nuovamente con un'altra tovaglia per favorire la lievitazione. Cuocere nel forno ben caldo per 15 minuti.

La 'ntorta ( o rocciata )

Sfoglia: 1 Kg di farina di grano, 2 hg di zucchero, 2 hg di olio di oliva, 2 uova.

Ripieno: 1 Kg di mele sbucciate e tagliate a pezzettini, 2 hg di noci triturate, 2 hg di fichi tagliati a pezzetti, 2 hg di pinoli, 2 hg di uva secca o uvetta o sultanina, 3 hg di zucchero, 5 gr di cannella ed 1,5 hg di cioccolato zuccherato in polvere, un limone grattugiato e pane grattugiato quanto basta.

Preparazione della sfoglia: disporre la farina a cratere sulla spianatoia ( tavola ) ed impastare i vari ingredienti aggiungendo l'olio per amalgamare l'impasto. Stendere l'impasto fino a formare una sfoglia sottile.
Preparazione del ripieno: amalgamare in pentola gli ingredienti del ripieno fino ad ottenere un impasto denso. Stendere il ripieno in uno strato, sulla sfoglia precedentemente preparata. Arrotolare la sfoglia ed il ripieno fino ad ottenere un rotolo di pasta. Ungere la teglia con olio d'oliva, spolverando il fondo con un pò di farina. Attorcigliare a serpente il rotolo ottenuto e cuocere in forno a 180° per 30/40 minuti. Cospargere con zucchero a velo oppure spruzzarvi dell'alchemes unitamente allo zucchero. A piacere, si può aggiungere del miele sciolto.